Sede di Prato

ISPPE (International School of Prenatal and Perinatal Education)

Programma | Docenti | Costi | Modalità di iscrizione | Brochure completa


Programma del Percorso 2016/2017 a Prato

Sede: Centro Studi Matermundi, Associazione CiaoLapo Onlus – via degli Abatoni 11/11 – 59100 Prato (PO)

14 sessioni di 15 ore ciascuna (sabato + domenica) per un totale di 210 ore | Sabato 9,00/13,00 – 14,00/17,30 Domenica 9,00/13,00 – 14,00/17,30


Prima sessione: Settembre 2016

Sabato 17 Settembre: Cristina Fiore
- Introduzione al Percorso; presentazione dell’ISPPE e dell’ANEP; presentazione degli allievi.
- Introduzione alla figura del Prenatal Tutor come facilitatore secondo l’approccio centrato sulla persona.
- Le tre condizioni rogersiane: empatia, congruenza, accettazione positiva incondizionata.
- Principi di conduzione del gruppo e il rimando.
- L’arte di aiutare secondo Carkhuff.

Domenica 18 Settembre: Cristina Fiore
- Il Prenatal Tutor come facilitatore secondo l’approccio centrato sulla persona.
- L’ascolto senza giudizio.
- La comunicazione efficace per stare con l’altro.
- Sperimentarsi facilitatore.
- Esercitazione in piccoli gruppi.

Seconda sessione: Ottobre

Sabato 15 Ottobre: Elena Cesari
- La fase preconcezionale.
- Il concepimento.
- La gravidanza dal punto di vista materno e del feto/bambino.
- Le competenze e le abilità fetali.

Domenica 16 Ottobre: Elena Cesari
- Il travaglio.
- La funzione del dolore nel parto.
- Il parto dal punto di vista materno e del feto/bambino.
- Il taglio cesareo, l’anestesia epidurale.
- Il puerperio.

Terza sessione: Novembre

Sabato 12 Novembre: Elena Lotteri e Piero Camarda
Come varia la percezione di sé e dell’altro e la dinamica relazionale di coppia in gravidanza (aspetti psicobiologici – ormonali nel maschile e nel femminile); maternità e paternità: luci ed ombre su due ruoli in gestazione; la sessualità e la sensualità nell’uomo e nella donna in gravidanza e nel post partum; eventuali disturbi o difficoltà sessuali associati e possibili soluzioni: come accompagnare la coppia alla scoperta di una soluzione originale attraverso la rivisitazione della propria sessualità in questa fase delle loro vite. Parliamo di sesso…ma come? Riflessioni su come aprire spazi di condivisione sul tema sessualità.(giornata teorico esperienziale).

Domenica 13 Novembre: Elena Lotteri e Piero Camarda
Il percorso si svilupperà attraverso momenti frontali, stimoli audiovisivi e attivazioni esperienziali. Nella prima giornata verranno approfonditi in special modo gli aspetti psicofisiologici della gravidanza nella donna e nell’uomo. Nella seconda giornata verrà dato maggior rilievo al tema della sessualità in questa fase del ciclo di vita con l’aggiunta di alcuni elementi e riflessioni su come affrontare tale tema da parte degli operatori nelle consulenze individuali di coppia e di gruppo.

Quarta sessione: Dicembre

Sabato 3 Dicembre: Cristina Fiore e Caterina Griffo
Esperienza di conduzione di gruppi di Educazione Prenatale: dalla teoria alla pratica.

Domenica 4 Dicembre: Alessandra Bortolotti
Dalla diade alla triade, passando dalla comunità allargata: pregiudizi e disinformazione sui bisogni dei neonati e dei loro genitori.

Quinta sessione: Gennaio 2017

Sabato 28 Gennaio: Claudia Ravaldi
- La morte di un bambino in gravidanza e dopo il parto. Il lutto prenatale.
- Linee guida di intervento sulla gestione del lutto perinatale.
- La coppia e la famiglia di fronte al lutto perinatale: problemi e risorse.
- Le gravidanze a rischio e le malformazioni diagnosticate nel periodo prenatale.

Domenica 29 Gennaio: Claudia Ravaldi
- Esperienze di riflessione e rispecchiamento tra curante e curato: esercitazione di gruppo e principi di comunicazione.
- Le gravidanze successive ad una perdita: aspetti psicologici e relazionali.
- Workshop: accompagnare le gravidanze successive ad una perdita.

Sesta sessione: Febbraio

Sabato 18 Febbraio: Luisa Romei
- La sensorialità e i linguaggi verbali e non verbali alla base delle emozioni e della comunicazione.
- Le esperienze emotive, il corpo e le parole come “bussole di orientamento” tra la persona e l’ambiente.
- Gli stili di attaccamento.
- Lavorare in un gruppo: i tempi, gli spazi, la conduzione.
- Gli strumenti per facilitare la comunicazione.
- Giochi e metodologie per i corsi di preparazione alla nascita, nelle situazioni educative o di approfondimento psicologico (giochi, attività, stimoli, ecc.).
- L’importanza del gioco nella comunicazione emotiva.

Domenica 19 Febbraio: Noemi Passalacqua e Alice Musico
- Il bonding, lo sviluppo della relazione nella diade e nella triade: gli aspetti psicologici e gli aspetti ostetrici.
- Esercitazione a piccoli gruppi (role playing)

Settima sessione: Marzo

Sabato 11 Marzo: Claudia Ravaldi e Cecilia Ginanni
- I ruoli genitoriali in gravidanza
- I cambiamenti nei diversi trimestri di gravidanza: inclusione/esclusione/accettazione/ rifiuto e costruzione di un primo sé genitoriale.
- La funzione immaginativa della coppia genitoriale circa i rispettivi ruoli futuri.
- La madre immaginata e il padre immaginato.
- Il confronto con i modelli interiorizzati, le aspettative e le distanze reali.
- Discriminazione dei ruoli; cosa è rimasto inalterato rispetto il passato, cosa è cambiato e ancora si potrebbe cambiare nella distribuzione delle competenze e responsabilità di ciascun ruolo genitoriale.

Domenica 12 Marzo: Ludwig Janus
Il senso dell’esistenza prima e durante la nascita: il suo significato nella storia della nostra storia. Le esperienze prenatali che tendono a comunicarsi con immagini. Le emozioni e i sentimenti legati alla vita prenatale nei disegni di pazienti affetti da disturbi psicosomatici e nevrotici. Le immagini e i simboli dell’esperienza prenatale artistica e loro significato nella storia della nostra vita. Lavoro di gruppo; esperienze pratiche di contatto interiore con la nostra stessa esperienza prenatale.

Ottava sessione: Aprile

Sabato 8 Aprile: Claudia Panico
- L’unità corpo-mente-spirito, gli stati non ordinari di coscienza e l’esplorazione esperienziale di sè per rientrare in contatto e risanare le proprie memorie precoci.
- Attivare il processo di autoguarigione.
- L’esperienza perinatale come base della struttura psichica dell’adulto nelle  ricerche di Stanislav Grof e altri ricercatori indipendenti.
- Le fasi del parto, cosa impariamo nascendo e come lo ritroviamo nel corso della nostra vita.
- Esperienze di contatto ed esplorazione con la propria dimensione perinatale utilizzando le posizioni della bioenergetica, le visualizzazioni guidate, l’esplorazione della respirazione.

Domenica 9 Aprile: Claudia Panico
- La gravidanza, il parto ed il puerperio: portali attraverso i quali i genitori rientrano in contatto con la propria esperienza perinatale.
- Aprirsi all’emozione. Parto e depressione.
- L’operatore perinatale e la sua esperienza di nascita: dal limite alla risorsa.
- Esperienze di contatto ed esplorazione con la propria dimensione perinatale utilizzando le posizioni della  bioenergetica, le visualizzazioni guidate, l’esplorazione della respirazione.

Nona sessione: Maggio

Sabato 13 Maggio: Claudia Ravaldi
- La mindfulness come pratica di promozione della salute e del benessere.
- Presupposti teorici, evidenze scientifiche, campi di applicazione.

Seminario esperienziale.

Domenica 14 Maggio: Eleonora Cocchini
- La mindfulness come pratica di promozione della salute e del benessere.
- Presupposti teorici, evidenze scientifiche, campi di applicazione.

Seminario esperienziale.

Decima sessione: Giugno

Sabato 17 Giugno: Alberto Pellai
- Diventare padre, essere padre, sentirsi padre.
- Diventare padre: sfide associate alla trasformazione del mondo intrapsichico dell’uomo che diventa padre.
- Nasce un figlio e con lui nasce anche suo padre: cosa succede agli uomini in questo passaggio della loro vita.
- Essere padre: come gli uomini raccontano l’esperienza della paternità (visione di filmati).
- A cosa serve un padre: il ruolo protettivo del padre nei confronti della compagna e del proprio figlio.
- Cosa dicono la psicologia e la ricerca.
- Come si possono aiutare i padri ad abbracciare il loro nuovo ruolo: descrizione di due esperienze.
- Il cerchio dei papà.

La mostra gioco: “Nella pancia del papà” Nel corso della giornata verranno proposti ai presenti estratti da testi di: Narrativa Psicologicamente Orientata (NPO) sul tema della paternità e verrà spiegato il metodo della NPO come risorsa narrativa nella formazione e nell’accompagnamento dell’esperienza paterna.

Domenica 18 Giugno: Diletta Arzilli e Letizia Giorgini
- Riflessioni sull’attaccamento.
- Gli stili di attaccamento.
- L’attaccamento prenatale, gli stili relazionali nel rapporto genitori-figli.
- “Errori da non ripetere” Pattern di attaccamento dei genitori e influenza nello sviluppo dello stile di attaccamento nel bambino.
- La visione sistemica e la visione cognitiva degli stili relazionali e del legame di attaccamento.
- La promozione di un buon attaccamento, l’individuazione precoce dei bisogni dei genitori.
- Esercizi su casi.

Undicesima sessione: Luglio

Sabato 8 Luglio: Alfredo Vannacci e Claudia Ravaldi
- La cura dell’alimentazione in fase preconcezionale, in gravidanza e nel post partum.
- La base per un’alimentazione sana e bilanciata.
- Il dialogo sulle abitudini alimentari e principali tecniche di psicoeducazione alimentare.
- Gli stili alimentari nelle gravidanze a rischio: diabete, ipertensione, celiachia, sovrappeso obesità.
- Allattamento al seno: come sostenerlo con una corretta alimentazione ? La corretta alimentazione nel post-partum.

Domenica 9 Luglio: Antonia Mazzantini
- La voce, il canto e la musica in gravidanza.
- Il canto come strumento di empowerment e come strumento relazionale col nascituro.
- ll massaggio cantato del neonato. Lezione teorico-pratica.

Dodicesima sessione: Settembre

Sabato 16 Settembre: Cecilia Ginanni e Alice Musico
- La promozione dell’allattamento al seno: i 10 passi dell’O.M.S.
- Il supporto di mamme e bambini in prima giornata e nelle prime settimane.
- Favorire e promuovere la relazione con la donna e l’ascolto dei bisogni di mamma e bambino.
- Le basi teoriche, la conoscenza della fisiologia, gli aspetti pratici.
- Risorse e ostacoli nella promozione dell’allattamento al seno, lavorare sulla motivazione e sui bisogni espressi e inespressi della madre, della diade e della famiglia.
- Discussione di casi clinici e simulate.

Domenica 17 Settembre: Cecilia Ginanni e Alice Musico
- Promuovere la fisiologia della nascita e la fiducia in sé e nel bambino della donna. Fantasie e timori legati al parto, promozione della consapevolezza di se e dell’ascolto.
- Il travaglio rispettato.
- Il parto rispettato.
- È possibile il cesareo rispettato?
- Casi clinici, e lavori su casi in gruppo.

Tredicesima sessione: Ottobre

Sabato 7 Ottobre: Rosario Montirosso
- Il “sistema accudimento” e la relazione precoce madre-bambino.
- Prevenzione e promozione del benessere emozionale della donna e del bambino nel periodo perinatale.

Domenica 8 Ottobre: Rosario Montirosso
- Il “sistema accudimento” e la relazione precoce madre-bambino.
- Le potenzialità di un’osservazione precoce delle capacità emozionali del bambino e della relazione madre/bambino nella prevenzione di eventuali disturbi emotivi e comportamentali.

Quattordicesima sessione: Novembre

Sabato 11 Novembre: Cecilia Ginanni
- E le mamme chi le aiuta ?
- I gruppi di incontro post-partum, la narrazione dell’ambivalenza, l’accettazione e il superamento dei conflitti: tecniche di psicoeducazione, lavoro su storie e simulate.

Domenica 12 Novembre: Cristina Fiore e Claudia Ravaldi
- Il colloquio di aiuto.
- Facilitare il gruppo di Educazione Prenatale.
- Aiutare ad aiutarsi. Facilitare la condivisione – La “vita del gruppo “.

Esame in data da concordare (presumibilmente Aprile 2018)

torna su

Docenti

  Diletta Arzilli Psicologa e psicoterapeuta specialista in terapia cognitivo-costruttivista. Esperta in psiconcologia, cure palliative e in psicotraumatologia dell’infanzia e dell’adolescenza, particolarmente interessata alla promozione della genitorialità e all’educazione affettiva delle famiglie nella fascia di età zero-sei.
  Alessandra Bortolotti Psicologa esperta nel periodo perinatale, è presidente del MIPPE (Movimento Italiano Psicologia Perinatale). È scrittrice, formatrice e insegnante AIMI di massaggio infantile e peer counselor per il sostegno all’allattamento al seno.
Piero Camarda Medico psichiatra, psicoterapeuta e consulente sessuale ha sviluppato le sue competenze in contesti qualificati nel promuovere l’integrazione di conoscenze ed esperienze multidisciplinari sia nel campo dell’aiuto alla persona e della clinica che nel campo della ricerca, della formazione e delle pubblicazioni scientifiche. Nel 2008 con Elena Lotteri apre lo Studio P, luogo in cui si rinnova l’antico dialogo tra la medicina e la psicologia. L’ integrazione dinamica delle rispettive competenze genera uno sguardo rispettoso delle risorse e dei limiti individuali e capace di rispondere nel qui e ora alle richieste d’aiuto o collaborazione da parte di persone ed enti.
Elena Cesari Medico, specializzato in Ginecologia ed Ostetricia; Prenatal Tutor; Accreditamento SIEOG (Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica) in ecografia ostetrica e ginecologica ; Accreditamento SIEOG per la translucenza nucale; Accreditamento della Fetal Medicine Foundation (FMF) per l’esecuzione della Translucenza nucale; Accreditamento SIEOG in “diagnosi delle malformazioni toraciche, gastrointestinali e urinarie”; Accreditamento presso l’Istituto Superiore di Sanità come revisore della letteratura ottenuto al “Corso di Formazione rivolto a operatori addetti alla valutazione della letteratura”; Collabora con l’International Centre of Birth Defects (ICBD).
Eleonora Cocchini Psicologa e psicoterapeuta specialista in terapia cognitivo-comportamentale; esperta in psiconcologia e psicotraumatologia e in tecniche di mindfulness. E’ educatrice e si occupa di sostegno all’infanzia. E’ terapeuta EMDR e formatrice.
Cristina Fiore Formatore; Counsellor Professionista II Livello — Formatore Gordon Prenatal Tutor ; Certificato di Competenza Professionale in Counseling (CCPC) Certificato No. REG-AO3I 7-2O7O; N. A0311 AssoCounseling; N. 3031 CNCP; Responsabile Area Discipline PsicoPedagogiche “Bene con Sé Bene Insieme”.
Cecilia Ginanni Psicologa e psicoterapeuta specialista in terapia cognitivo-comportamentale. Terapeuta EMDR, ha facilitato per anni un GAMA per genitori colpiti da lutto perinatale; esperta in tecniche di mindfulness, ha frequentato il master presso la scuola dei mille giorni dell’Associazione Melograno ed è operatrice a sostegno del maternage. Si occupa delprogetto di ricerca sull’attaccamento nelle gravidanze a rischio promosso da CiaoLapo onlus e dall’Università degli studi di Firenze. E’ docente e formatrice per CiaoLapo Onlus in numerosi convegni e corsi di formazione.
  Letizia Giorgini Psicologa Clinica e della Salute, specializzanda in Psicoterapia sistemico relazionale. Si occupa di famiglie, coppie e di disagio relazionale. Facilita un GAMA per genitori colpiti da lutto perinatale e si occupa di attaccamento. Insieme a Diletta Arzilli ha messo a punto un programma di psicoeducazione per genitori e bambini sulle emozioni e sulla buona comunicazione genitore-figlio.
Caterina Griffo Direttore dei Servizi della Sezione di Lavagna, Croce Verde Chiavarese, Counsellor Professionista II Livello, Formatore Gordon, Prenatal Tutor, AssoCounseling Certificato di Competenza Professionale in Counseling (CCPC) Certificato No. REG-A0510-2011.
Ludwig Janus Docente di Psicoanalisi presso il Training Psychoanalytic Institute di Heidelberg, in Germania; Past-President della Società Internazionale per la Psicologia Prenatale e Perinatale e Medicina (ISPPM); Co-editore della rivista International Journal of Prenatal and Perinatal Psychology; Autore di numerosi articoli e libri sulla Psicologia Prenatale e Perinatale e sulla Psicostoria medico chirurgo, psicanalista (Heidelberg).
Elena Lotteri Psicologa clinica e di comunità, consulente sessuale, insegnante di massaggio infantile e Prenatal Tutor si occupa sin dall’inizio di minori e genitorialità e approfondisce negli anni sia in ambito clinico che formativo il tema della salute psicosessuale di genere all’interno del ciclo di vita, con particolare attenzione alla dimensione corporea e culturale. Nel 2008 con Piero Camarda aprono lo Studio P, luogo in cui si rinnova l’antico dialogo tra la medicina e la psicologia. L’ integrazione dinamica delle rispettive competenze genera uno sguardo rispettoso delle risorse e dei limiti individuali e capace di rispondere nel qui e ora alle richieste d’aiuto o collaborazione da parte di persone ed enti.
  Antonia Mazzantini Laureata in musicologia al DAMS nel 1982, insegnante in scuole di ogni ordine e grado, ha iniziato a dedicarsi alla musica per l’infanzia con la nascita del figlio. Lavora dal 2000 con le scuole materne ed elementari. Si specializza nella Music Learning Theory di Edwin Gordon frequentando il Corso Nazionale di Formazione “L’educazione musicale del bambino da 0 a 6 anni” a Roma; successivamente si specializza in “Alfabeto della Musica” per bambini 6-12 anni e in “Educazione. Prenatale” per mamme in attesa sempre secondo la Music Learning Theory. Insegnante AIMI, da tempo unisce il massaggio del neonato e dell’adulto al canto e alla musica. Insieme a Claudia Ravaldi, lavora ad un progetto sulla promozione dell’attaccamento e del bonding attraverso le tecniche psico-corporee e il canto.
Rosario Montirosso Psicologo; Psicoterapeuta; Responsabile del “Centro 0-3 per lo studio dello sviluppo socio-emozionale del bambino piccolo in condizioni di rischio evolutivo” dell’ IRCCS Eugenio Medea a Bosiso Parini (Lecco); Autore di numerose pubblicazioni in italiano ed inglese.
Alice Musico Ostetrica, laureata nel novembre 2012 ha lavorato da libera professionista presso il centro “Bene con se Bene Insieme” di Chiavari per i due anni successivi alla laurea, avvicinandosi così a quella che è un’assistenza personale e personalizzata alla donna in tutte le fasi della vita, dall’adolescenza, alla gravidanza fino alla menopausa. Durante gli anni da libera professionista ha sentito la necessità di approfondire le conoscenze apprese nel percorso universitario, si è così avvicinata al mondo dell’educazione prenatale e a ottobre 2013 ha conseguito il diploma di Prenatal Tutor. Ha lavorato anche come psicomotricista prenatale e neonatale, per offrire alle donne e alle loro famiglie un percorso il più completo possibile. Oggi lavora come dipendente ospedaliera, all’ospedale Evangelico di Genova Voltri, cercando di portare i valori dell’educazione prenatale anche in un ambito in cui è più difficile il rapporto one-to-one con la donna e la coppia, ma consapevole che un buon rapporto prenatale sia un’ottima base per un buon parto e una buona relazione mamma-neonato.
Claudia Panìco Psicologa e psicoterapeuta esperienziale ad orientamento corporeo transpersonale Specializzazione in Transpersonal Psychology e Holotropic Breathwork (Grof Transpersonal Training), Bioenergetica (White Dove, G. Grossman, SIAB), Craniosacrale Biodinamico (M.Kern) La consapevolezza dell’importanza del periodo primale e della nascita non disturbata, maturata grazie alla propria esperienza di nascita e alle molteplici esperienze formative in questo ambito, l’hanno stimolata a fondare “Essere Genitori – progetto per la prevenzione della Depressione Post Parto”.
Alberto Pellai Medico, Psicoterapeuta ell’età evolutiva, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva, Dottore di Ricerca in Sanità Pubblica. Lavora come ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Bio-Mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove è docente di Educazione Sanitaria e Prevenzione. E’ stato post-doctoral fellow al comitato nazionale statunitense di prevenzione dell’abuso all’infanzia. Ha pubblicato molti libri per bambini, genitori ed insegnanti, tra cui “Questa casa non è un albergo” “E ora basta” (Feltrinelli Ed.) “Mamma cos’è l’amore” (Franco Angeli Editore), “Le parole non dette (Erickson Ed.). Dirige le collana “I libri del papà” (ed. San Paolo) e “Parlami del cuore. Favole per bambini di educazione emotiva” (Centro Studi Erickson).Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la Medaglia d’argento al merito in Sanità Pubblica. Ha collaborato per anni con Radio 24 e sulla paternità ha condotto ricerche e pubblicato numerosi volumi: Distanze. Il viaggio del perdono verso il padre. (Erickson); Nella pancia del papà (Franco Angeli); Sul monte della tua pancia; Le mia mani sono le tue ali; Da padre a figlia; Papà Natale (San Paolo Edizioni)
  Noemi Passalacqua Psicologa e Psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo-costruttivista, facilitatore di gruppi GAMA per genitori colpiti da lutto perinatale; conduttrice di corsi di accompagnamento alla nascita ed educazione prenatale; specializzata in Psicologia Giuridica; attività di sostegno e coordinamento presso strutture per anziani e disabili gravi.
Claudia Ravaldi Medico Psichiatra; Psicoterapeuta; Professore a contratto presso l’Università di Firenze; Fondatrice e Presidente della ONUS CIAOLAPO; Autrice di varie pubblicazioni sui “Bambini meteora”.
Luisa Romei Psicologa dell’età evolutiva, Counselor ( Istituto di Psicologia Psicoanalitica di Brescia), insegnante, docente ISPPE, Vice Presidente dell’Associazione “9mesi ed oltre” a Parma.
  Alfredo Vannacci Medico farmacologo e tossicologo, esperto in farmacovigilanza, fitoterapia e medicina tradizionale cinese. E’ ricercatore universitario in Farmacologia presso l’Università degli Studi di Firenze, abilitato alle funzioni di Professore Universitario di II fascia (RTD lett.b, 240/2010). Si occupa tra le altre cose di ricerca sui temi della integrazione nutrizionale, dei fitocomplessi e della efficacia e sicurezza delle piante medicinali tradizionali e si interessa da sempre di alimentazione come strumento di promozione della salute e di cura. L’alimentazione in gravidanza e nell’infertilità maschile e femminile sono argomento di approfondimento in clinica e nella ricerca. E’ coautore di vari studi sulla promozione della salute in gravidanza e in allattamento e sulla psicologia del lutto perinatale.
torna su

Costi

Il percorso ha un costo di € 2.600,00 + € 30,00 di Quota Associativa annuale Anep + € 20 di Quota Associativa CiaoLapo valide fino a dicembre 2016. La somma di € 2.600,00 è ripartibile con diverse formule, ognuna con una sua agevolazione:

  1. Una rata anticipata di 2.000,00 € + Q.A. Anep 2016 di 30 € + Q.A. CiaoLapo 2016 di 20 €. Quindi un pagamento totale di 2.050,00 € con un risparmio di 600 €
  2. Due rate: una a inizio percorso, a settembre 2016, per 1.075 € + Q.A. 2016 di 30 € + Q.A. CiaoLapo 2016 di 20 € la seconda rata, entro il 15 febbraio 2017 per 1.075 €. Quindi un pagamento totale di 2.150,00 € con un risparmio di 450 €
  3. Quattro rate: una a inizio percorso a settembre 2016, per 560 € + Q.A. di 30 € + Q.A. CiaoLapo 2016 di 20 €; le ulteriori 3 rate di 560 € entro il 31 gennaio, il 30 aprile e il 31 giugno 2017. Quindi un pagamento totale di 2.240,00 € con un risparmio di 360 €
  4. Sei rate: una a inizio percorso, a settembre 2016, per 395 € + Q.A. di 30 € + Q.A. CiaoLapo 2016 di 20 €; le ulteriori 5 rate di 395 € ciascuna entro il 15 novembre 2016, il 15 gennaio, il 15 marzo, il 15 maggio e il 15 settembre 2017. Quindi un pagamento totale di 2.370,00 € con un risparmio di 230 €
  5. Dodici rate, per ognuna delle prime 12 sessioni (sabato+domenica):la prima rata di settembre 2016 composta da 224 € + Q.A. di 30 € + Q.A. CiaoLapo 2016 di 20 €; le altre 11 rate di 216 € di seguito, per un totale di 2.600,oo €. Ogni rata può essere pagata in loco (in contanti o con assegno) o con preventivo bonifico (di cui consegnare – o inviare a mezzo email – CRO al momento dello svolgimento del seminario).

Con qualsiasi forma di pagamento scelto, a gennaio 2017 ci saranno da rinnovare 30 € di quota associativa di Anep Italia + 20 € di quota associativa di CiaoLapo per il 2017 (valida da gennaio a dicembre).

Costo di un singolo week–end

Il costo di un singolo week-end è di € 220,00 + le Q.A. 2016 o 2017 . di 30 € per Anep + 20 € per CiaoLapo, entrambe hanno valore da gennaio a dicembre. È possibile associarsi anche al momento dell’iscrizione al seminario. Per chi ha già completato il Corso Isppe e ha conseguito il titolo di Prenatal Tutor, il costo del singolo seminario a week end è di € 200,00 + la Q. A. di 30 € per Anep + 20 € per CiaoLapo per l’anno in corso.

Pagamento del percorso

Chi intenda iscriversi al percorso ISPPE dovrà effettuare, entro l’1 luglio 2016, il versamento di 150 €; tale importo è, per 100 €, valido come conferma di iscrizione al percorso ISPPE, per 30 € è relativo al pagamento della Quota Associativa ANEP ITALIA e per 20 € relativo alla quota associativa CiaoLapo per l’anno in corso. Dovrà inviare l’attestazione del pagamento e la Scheda di Iscrizione (debitamente compilata e controfirmata) all’indirizzo indicato. Inoltre, entro la data del primo seminario l’Allievo dovrà versare per intero la prima rata della modalità di pagamento che intende attuare ( in 1, 2, 4, 6 o 12 rate) tramite bonifico bancario intestato ad ANEP Italia Veneto Banca IBAN IT 34 O050 3510 8003 3457 0330 214 con causale “Versamento prima rata Percorso ISPPE 2016/17 a Prato” decurtando i 100 € già versati a conferma di iscrizione. In alternativa potrà effettuare il pagamento tramite assegno bancario, non trasferibile, intestato ad ANEP Italia e consegnarlo (verrà rilasciata la relativa ricevuta) all’inizio del primo seminario all’incaricato ANEP presente.

Modalità di iscrizione

È iscritto colui che:

  1. Possiede un titolo di studio almeno di media superiore (o equipollente per titoli esteri); eccezioni potranno essere sottoposte all’approvazione del Consiglio Direttivo ANEP Italia e del Coordinamento Didattico ISPPE.
  2. Ha compilato in ogni sua parte la scheda di iscrizione, posta on–line sul sito e l’ha firmata ed inviata all’indirizzo info@anep.org, allegando anche copia del pagamento di 150 € (di cui 100 € di conferma d’iscrizione + 30 € di Quota Associativa Anep Italia e 20 € di Quota Associativa di CiaoLapo per l’anno in corso). In alternativa il tutto può essere spedito a mezzo posta a: Segreteria ANEP Italia c/o Valeria Ceron, Via Luigi Cadorna, 31 21052 Busto Arsizio (VA). Solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti l’iscrizione verrà confermata dalla Segreteria. In caso contrario l’ANEP si impegna a restituire (entro un mese dalla data che era prevista per l’inizio del percorso) gli importi versati a conferma d’iscrizione e null’altro sarà dovuto.
  3. L’iscrizione dovrà pervenire entro e non oltre l’1 luglio 2016, onde consentire la migliore organizzazione logistica e didattica. Eccezioni potranno essere prese in considerazione su esplicita richiesta scritta e solamente dopo verifica e parere del Coordinamento Didattico ISPPE. Una volta compilato il modulo di iscrizione al Percorso, e avendo ricevuto conferma dalla segreteria ISPPE, i costi di partecipazione al Percorso ISPPE sono da attribuirsi all’Allievo nella sua totalità, anche nel caso di suo recesso appena agli inizi del Percorso stesso o durante lo svolgimento del Programma Annuale. Il Coordinamento Didattico dell’ISPPE prevede, nel caso di recesso dal Percorso da parte dell’Allievo, delle forme di “rimborso costi” verso l’ISPPE che l’Allievo ha comunque il dovere di sostenere per affrontare le spese dei Docenti, delle Aule impegnate e del materiale didattico prodotto. Per il 2016 si prevede che l’Allievo che si ritiri a inizio Percorso (cioè prima del terzo incontro) dovrà versare all’ISPPEc – oltre agli importi per i seminari già svolti – il 60 % del restante importo per il completamento totale del Percorso stesso. Il Coordinamento Didattico dell’ISPPE può vagliare, caso per caso, i motivi della rinuncia – che saranno riportati per iscritto dall’Allievo e convalidati da apposita documentazione – e potrà decidere di “affrancare” in tutto o in parte l’importo dovuto in questione. Nel caso in cui l’Allievo abbia a ritirarsi durante il pieno svolgimento del Programma Annuale (cioè dal terzo incontro fino al nono incluso) l’Allievo dovrà saldare il 40 % dell’importo ancora da versare, sempre con la possibilità, da parte del Coordinamento Didattico dell’ISPPE, di vagliare, caso per caso, i motivi della rinuncia e di “affrancare” in tutto o in parte l’importo dovuto. La quota percentuale in questione scenderà al 20 % per il recesso dal 9° incontro in poi, seguendo le stesse modalità descritte precedentemente. Nel caso si prospettino le situazioni in questione, l’Allievo però avrà la possibilità di vedersi riaccreditati gli importi di “rimborso costi” in questione se, entro 3 anni dalla rinuncia, vorrà completare il percorso formativo ISPPE: pertanto, in quel caso, i sopradetti rimborsi (e solo questi) varranno come anticipo per la nuova iscrizione.

Scarica la brochure del corso, completa di scheda d’iscrizione

torna su