Seminario 1-2 aprile 2017

Sabato 1 Aprile: Alberto Pellai

Diventare padre, essere padre, sentirsi padre. Diventare padre: sfide associate alla trasformazione del mondo intrapsichico dell’uomo che diventa padre. Nasce un figlio e con lui nasce anche suo padre: cosa succede agli uomini in questo passaggio della loro vita. Essere padre: come gli uomini raccontano l’esperienza della paternità (visione di filmati).

A cosa serve un padre: il ruolo protettivo del padre nei confronti della compagna e del proprio figlio. Cosa dicono la psicologia e la ricerca. Come si possono aiutare i padri ad abbracciare il loro nuovo ruolo: descrizione di due esperienze. Il cerchio dei papà. La mostra gioco: ” Nella pancia del papà ” Nel corso della giornata verranno proposti ai presenti estratti da testi di: Narrativa Psicologicamente Orientata (NPO) sul tema della paternità e verrà spiegato il metodo della NPO come risorsa narrativa nella formazione e nell’accompagnamento dell’esperienza paterna.

Domenica 2 Aprile 2017: Barbara Sgobbi

- Presentazione dei partecipanti: indagine esperienziale musicale-vocale.
- Musicoterapia: campi applicativi e terapeutici. Attività teorica-esperienziale.
- Musicoterapia in gravidanza : nascere con la musica e la voce cantata, per creare un legame profondo di affetto e comunicazione tra genitori e figlio. Una forma sperimentale di parto dolce per indurre la mamma in uno stato di rilassamento profondo in modo da coordinare la propria respirazione e limitarne i dolori delle contrazioni del travaglio e del parto.
- Musicoterapia e Vocalità: attività pratica

Musicoterapia in Gravidanza
La musicoterapia prenatale prevede una serie di attività per stimolare il feto e favorirne la comunicazione con la madre, la musica è il canale privilegiato di questa comunicazione e le varie attività ritmico-sonore permettono di preparare una relazione affettiva equilibrata e serena, sviluppando adeguatamente la struttura funzionale del sistema nervoso del feto stesso, tali stimoli contribuiscono allo sviluppo delle e vie sensoriali acustiche, favorendo anche il processo di maturazione strutturale e funzionale del Sistema Nervoso. Ma la musica per eccellenza che piace al piccolo è senza dubbio quella prodotta dalla mamma, ossia la sua voce: la colorazione timbrica e melodica della voce materna è veicolo di emozioni ed affetti, è una carezza ed una “coccola sonora”.


Orari: Sabato 9,00/13,00 – 14,00/17,30 | Domenica 9,00/13,00 – 14,00/17,30